FANDOM


Il climatizzatore di John è una favola per bambini, ormai nel cuore e nella cultura popolare della R.P.C.(Repubblica patatosa dei carciofini) grazie allo scrittore Gherardone Zombagrilli in oltre cuoco stellato e cielo stellato.

SIGLA!

PAPPEROOOOO!

PARAPARAPAPPAPPEROOO TROOOOOOOOO!

Ester stava facendo la pupù quando suo padre entrò in casa con la motosega accesa:

"ESTER! DOVE SEI???" "In bagno!" "MESCHINA!" SSSWEEEEOOOOO! Il padre tagliò due belle fette di pane per la figlia e le tostò. "ESTER, E' PRONTA LA COLAZIONE!" "Ma papà, ho il cancro!" "SEI TUTTA TUA MADRE!" SSSWEOOOOOOOOO! E la uccise.

Joe Straio stava seduto come sempre sullo scalino davanti al penitenziario,

era solo, molto solo, da quando sua figlio lo aveva tradito diagonalmente, lui non poteva fare a meno di mordersi le dita dei piedi. "Alzati forestiero!" Una voce rimbombò nell'aria "Chi siete?" "Ah, beh, io sono Piero, lui è Ektor, lei è Franca, Lui è Libero, l'altro là in fondo è Assunto, lei è Addolorata. Siamo una banda di venti persone e ci facciamo chiamare i Venti Anali"

Fu così che nacque la leggenda,

la leggenda divenne mito, il mito divenne un libro, ed oggi può essere acquistato dai migliori venditori abusivi di nasi.

Se lei,

con immenso fare,
congiungesse le sue mani con le mie
SPLOP
scusate mi sono cacato addosso,

come un petalo rosso,

di mattina
sconcertato,
dal sol
rammaricato
di esser sorto ancora
sulla neve e s' una suora
che la cappa non aveva

e la pelata eccezionale

fece lume per le scale
accecando chi saliva
e bruciando chi scendeva.

Brulicava la mia mucca

sotto il sole, su di un dosso,
mi rison cacato addosso.
Ora lascio a voi pensare
se 'sta cosa si può fare
di pestarmi a terra a morte
che per me è la giusta sorte

Visto ciò che qui trascrivo

e ignorando il congiuntivo, il linguaggio costruttivo, era meglio se morivo.

ivo ivo ivo ivo.

Il climatizzatore di John è una favola per bambini, ormai nel cuore e nella cultura popolare della R.P.C.(Repubblica patatosa dei carciofini) grazie allo scrittore Gherardone Zombagrilli in oltre cuoco stellato e cielo stellato.

SIGLA!

PAPPEROOOOO!
PARAPARAPAPPAPPEROOO
TROOOOOOOOO!

Ester stava facendo la pupù quando suo padre entrò in casa con la motosega accesa:
"ESTER! DOVE SEI???"
"In bagno!"
"MESCHINA!" SSSWEEEEOOOOO!
Il padre tagliò due belle fette di pane per la figlia e le tostò.
"ESTER, E' PRONTA LA COLAZIONE!"
"Ma papà, ho il cancro!"
"SEI TUTTA TUA MADRE!" SSSWEOOOOOOOOO! E la uccise.

Joe Straio stava seduto come sempre sullo scalino davanti al penitenziario,
era solo, molto solo,
da quando sua figlio lo aveva tradito diagonalmente, lui non poteva fare a meno di mordersi le dita dei piedi.
"Alzati forestiero!" Una voce rimbombò nell'aria
"Chi siete?"
"Ah, beh, io sono Piero, lui è Ektor, lei è Franca, Lui è Libero, l'altro là in fondo è
Assunto, lei è Addolorata. Siamo una banda di venti persone e ci facciamo chiamare i Venti Anali"

Fu così che nacque la leggenda,
la leggenda divenne mito,
il mito divenne un libro, ed oggi può essere acquistato dai migliori venditori abusivi di nasi.

Se lei,

con immenso fare,

congiungesse le sue mani con le mie

SPLOP

scusate mi sono cacato addosso,

come un petalo rosso,

di mattina

sconcertato,

dal sol

rammaricato

di esser sorto ancora

sulla neve e s' una suora

che la cappa non aveva

e la pelata eccezionale

fece lume per le scale

accecando chi saliva

e bruciando chi scendeva.

Brulicava la mia mucca

sotto il sole, su di un dosso,

mi rison cacato addosso.

Ora lascio a voi pensare

se 'sta cosa si può fare

di pestarmi a terra a morte

che per me è la giusta sorte

Visto ciò che qui trascrivo
e ignorando il congiuntivo,
il linguaggio costruttivo,
era meglio se morivo.

ivo ivo ivo ivo.